Corsi AINEVA Livello 3
Risultati dell'Assemblea biennale dei Servizi Valanghe Europei
Edizione 2017
Il ringraziamento del presidente della repubblica ai soccorritori di Rigopiano
Siglato l'accordo AINEVA-Comando Truppe Alpine
Disponibile un video italiano che illustra il bollettino valanghe per i turisti in norvegese
Filmato
Il rischio delle valanghe in Regione Lombardia
WHITE RISK
Numerose novità

La sperimentazione delle sonde penetrometriche AvaTech SP1

 

Risultati dell'Assemblea biennale dei Servizi Valanghe Europei
Edizione 2017

 

Dal 12 al 15 giugno 2017 i Servizi di previsione valanghe degli stati membri europei si sono incontrati a Tutzing (D) per la 19ma Assemblea generale, durante la quale hanno stabilito le direttive che regolano le procedure di votazione ed elezione.
Queste sono state accettate e sottoscritte da tutti i 29 Servizi di prevenzione valanghe di 16 paesi. D'ora in poi sarà quindi possibile assumere decisioni comuni ed attuarle più velocemente.
Un'importante decisione ha riguardato la modifica della terminologia utilizzata per indicare le varie dimensioni della valanghe, che ad ogni modo verrà introdotta solo a partire dall'inverno 2018/19. Sino ad ora nei bollettini delle valanghe si utilizzavano cinque classi di grandezza: valanghe di dimensioni molto piccole, piccole, medie, grandi e molto grandi. Una suddivisione che però non corrisponde alla percezione generale. Infatti, anche le valanghe che prima venivano classificate "di piccole dimensioni", tra le quali rientrano anche le tipiche valanghe dello sciatore, possono raggiungere una lunghezza di 200 metri e quindi assumere dimensioni considerevolmente grandi. Esse possono seppellire, ferire o addirittura causare la morte di persone.
Di fronte a tali constatazioni, i Servizi di prevenzione valanghe rispondono con la nuova suddivisione delle grandezze. Il termine "valanga di dimensioni molto piccole" non verrà più utilizzato. La nuova classificazione distingue tra valanghe di dimensioni piccole, medie, grandi, molto grandi ed estreme, considerando che la tipica valanga dello sciatore rientra nella classe delle "valanghe di medie dimensioni". Le rare valanghe catastrofiche verranno classificate con il termine "valanghe estreme".

Facilitare l'interpretazione dei bollettini
L'EAWS ha inoltre elaborato la terminologia per quanto riguarda i tipici "problemi tipici valanghivi" (ad es. neve fresca, neve ventata, ecc.) ed emanato le direttive per il relativo utilizzo nei bollettini valanghe. Uniformazioni come queste dovrebbero rendere più facile, per gli appassionati di sport invernali, comprendere ed interpretare correttamente il bollettino valanghe in altri paesi europei.
Al fine di ottenere un ulteriore aumento dell'uniformità, l'EAWS ha inoltre organizzato un Technical Advisory Board (commissione tecnica). Alla sua guida è stato nominato Thomas Stucki, direttore del SLF, Istituto svizzero per lo studio della neve e delle valanghe SLF.
La commissione è formata da otto membri, alcuni dei quali dirigono anche dei gruppi di lavoro che si occupano di vari temi come ad es. la creazione di "buone pratiche" nel settore della prevenzione contro le valanghe. I risultati ottenuti dai gruppi di lavoro e i passi successivi saranno sottoposti a votazione nell'ambito della della prossima assemblea generale dell'EAWS che si terrà nel 2019 in Norvegia.